skip to Main Content

Il Fondatore

Italjet probabilmente non sarebbe nata se il suo fondatore, Leopoldo Tartarini, non fosse stato un pilota. Le moto, infatti, hanno sempre rappresentato il filo conduttore della sua vita con passione, ingegno, lavoro.

Una lunga storia
ricca di passione,
sfide e successi.

Premi e riconoscimenti

Italjet ha realizzato, dal 1959, più di 150 modelli diversi ed innovativi. Motocicli progettati con un estro rimasto immutato fino ai giorni nostri

Una grande ed unica passione nel dare continuità alla propria filosofia che, da sempre, contraddistingue Italjet in Italia e nel mondo.

La sintesi di questa filosofia è semplice: innovare, anticipare i gusti e le mode, essere sempre all’avanguardia, un passo avanti agli altri.

“E’ un modo di pensare che mi viene dall’agonismo, dove devi essere determinato a raggiungere i tuoi obiettivi, anticipando sempre gli avversari”, spiega il fondatore Leopoldo Tartarini.

E questa determinazione unita all’entusiasmo e alla passione infinita per tutto ciò che è moto e motori è stata trasmessa ai figli non solo attraverso i cromosomi ma facendola respirare giorno dopo giorno e coltivandola con l’esempio e il ricordo delle grandi imprese sportive compiute.

Per citarne alcune: la vittoria nella Milano-Taranto nel 1953, il giro del mondo nel 1957-58 (cinque continenti, 42 paesi in 13 mesi), i tre record mondiali con il Cyclecar a Monza nel 1969.

Il 14 febbraio 1980 arriva il riconoscimento che da solo vale una carriera:

Il settore design del Museo di ARTE MODERNA di NEW YORK, il prestigioso MOMA, comunica a Leopoldo Tartarini la decisione di esporre nella collezione permanente il Pack 2. E’ l’unico veicolo motorizzato a due ruote ospitato nel museo.

Nel 1998, quando il museo Guggenheim di New York decide di selezionare alcuni esemplari di moto e scooter, assegna l’unico premio all’unico scooter che verrà poi esposto: il Formula 50, raffreddato a liquido e già nominato quattro volte scooter dell’anno, in Germania, in Spagna e due volte in Italia.

Nel 2000 è la volta del Velocifero, lo scooter che fonde in maniera perfetta lo stile vintage anni 60 con la tecnologia moderna.

Vedi i modelli del passato

Back To Top